Assistenti Virtuali o Agenti Conversazionali?

Gli Assistenti Virtuali sono applicazioni che rispondono alle domande come se si utilizzasse una chat: perfette per avere informazioni immediate e per orientarsi in siti e menu labirintici. Gli Assistenti Virtuali presenti ad oggi sui siti sono per lo più non interattivi o comunque non sono progettati per rispondere alle domande poste in linguaggio naturale. Diversi invece sono gli Agenti Conversazionali, via web o mobile, vengono utilizzati come help desk per assistenza al cittadino o assistenza all'utente di un sito; come tutor virtuali in corsi di formazione e in tutte le altre situazioni in cui un utente ha bisogno di sapere velocemente qualcosa o ha bisogno di un supporto reale. Anche in ambito aziendale sono molto utili, diversi dai sistemi di indicizzazione e analisi documentale, che analizzano e indicizzano documenti per renderli disponibili agli utenti tramite navigazione o ricerca di parole chiave, gli Agenti Conversazionali guidano verso la risoluzione di un problema o forniscono l’informazione su richiesta. La piattaforma Intoote rappresenta un notevole progresso nel campo degli Agenti Conversazionali non essendo un semplice “erogatore di audio con avatar umanoide” ma uno strumento intelligente pronto a rispondere a specifiche domande formulate con il linguaggio parlato.

La piattaforma Intoote è un sistema di sviluppo e di fruizione dell’informazione ed è inoltre una tecnologia aperta a tutti i device, orientata ad ambiti della conoscenza comuni (non personali) che possono essere sviluppati in modo collaborativo e dinamico. Questa caratteristica la pone più vicina al mondo della comunicazione aziendale orale e informale offrendo la condivisione e la visibilità che la conoscenza orale e informale non possono avere.